Oltre 40 milioni di persone oggi sono vittime di forme moderne di schiavitù, più del doppio di quelle coinvolte nel commercio transatlantico di schiavi, 190 milioni di persone sono disoccupate, 300 milioni sono sottoccupate e circa due miliardi non hanno una adeguata protezione sociale. Questi sono i numeri impietosi sull’attuale condizione del lavoro nel mondo, pubblicati dalle Nazioni Unite nel corso delle celebrazioni dei 100 anni dell’ILO, International Labour Organization.

Nel mio saggio “La Rivoluzione Globale per un Nuovo Umanesimo – Le vie d’uscita dalle emergenze planetarie”, di cui è stata pubblicata in questi giorni la terza edizione aggiornata e ampliata, nel Capitolo 3 da pagina 73 tratto il tema della Estrazione di valore dal lavoro denunciando la perdita di posti di lavoro a causa della concorrenza sleale, il precariato e la disoccupazione, i nuovi lavori nati sulle piattaforme digitali.
Nel libro non mi limito ad analizzare i problemi ma cerco anche di indicare delle possibili soluzioni spiegando che cosa si può fare subito con urgenza.
Collegandosi al sito della casa editrice Effe2Edizioni  si può acquistare il saggio sia in edizione cartacea che in e-book.
Per ulteriori informazioni potete leggere le recensioni  sul Blog.